Yin Yoga ZOOM
online class
Wednesday, 19 January • 13:15 - 14:30
Elisa Marini Diomedi
Elisa pratica yoga presso il Kutir ASD yoga studio dal 2014. Da sempre grandissima appassionata di sport (corsa e nuoto), si avvicina alla pratica dello yoga con un approccio “da podista”, per via dei dolori alla schiena; scopre così un mondo del tutto inaspettato e lo yoga diventa parte integrante e imprescindibile della sua quotidianità. Realizza che “lo yoga non è una cosa che si fa, ma uno stato in cui si è”. Per questo motivo, sceglie di intraprendere il percorso di teacher training con il maestro, Piero “Pranav” Casanova. Questo percorso, svolto in Italia e durato due anni, si conclude a marzo 2018 con il conseguimento del diploma presso l’Anand Prakash Yoga Ashram di Rishikesh. Nel 2019 intraprende un percorso di avvicinamento allo Yin yoga con l’insegnante Valeria Prem Joty, esplorando i grandi benefici di questa pratica che apporta equilibrio in un mondo che ci vuole sempre più “Yang”; Lo stesso anno avvia la collaborazione ai corsi di formazione per insegnanti condotti dal maestro Piero “Pranav” Casanova, tenendo le lezioni di biomeccanica e anatomia grossolana in virtù della sua formazione universitaria di tipo scientifico. Nel 2020 si avvicina alla pratica della Mindfulness presso Spazio Mindfulness Shreya (Bologna), per approfondire questo tipo di approccio alla coltivazione della consapevolezza e della presenza mentale. Attualmente tiene lezioni di Yin yoga ed Equilibrio.
Description
Lo yin yoga è un tipo di pratica che si basa sul mantenere posture per diversi minuti in uno stato di totale immobilità e abbandono muscolare, portando l'allievo ad ascoltare il corpo e, al tempo stesso, a stare in una zona di disagio (che non diventa mai dolore), senza opporre resistenza (che genererebbe tensioni a livello fisico). Si fonda sulla calma, la riflessione, l’introversione, il rilassamento e sulla capacità di abbandonarsi. Rappresenta il complemento ideale per bilanciare l’eccesso di Yang, cioè di azione e corporeità, che caratterizza la quotidianità della nostra società competitiva ed esigente.
Punti cardine:
- Tolleranza dello "stare nel disagio"
- "Gestione" della mente attraverso il respiro
- Azione di allungamento sui tessuti profondi (fascia)
- Sviluppo di pazienza, tolleranza, resilienza, accettazione
Si tratta di una tecnica dolce, estremamente gentile e per tutti, inoltre è un ottimo metodo per incrementare la flessibilità articolare: imparando a rilassare la muscolatura del corpo in un contesto di relativa scomodità, sarà possibile lasciare andare tensioni e contrazioni accumulate nel tempo, soprattutto a livello di spalle, colonna vertebrale e anche.
Si raccomanda di indossare ABITI CALDI.